Sul margine

Si squarcia sulla bocca

il nome che ci detiene

Solo in un punto bianco

si assottiglia la distanza

laggiù alle soglie di ciò

che si dissolve

più in là dentro uno squarcio

che rinnega la luce

scorgi ossa incise nella nebbia

quel rin-tocco mai spento

 il pulsare intatto di chi

nasce al suo vedere

come in cerchi larghi

ai suoni di una tempesta

 un ritmo di dettagli

sciama veloce

contro la tua porta

©Maria Allo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.