Partiture di pelle di Mattia Cattaneo

LucaniArt Magazine

ASCOLTO E SILENZIO IN PARTITURE DI PELLE DI MATTIA CATTANEO

nota di lettura di Maria Allo

” io che parlo di poesia
e la cerco come un segugio,
una bestia da stanare
un petalo immaturo da crescere”
(p.44)

Scrive il poeta Bernard Noel:Colui che guarda entra nel silenzio e attraverso il silenzio entra nell’immagine e ancora Goethe: “colui che nel silenzio si guarda attorno impara come l’amore edifica”. Così Mattia Cattaneo, in linea con la coerenza sommessa, ferma e sofferta della sua personalità, rimanda alla lezione di entrambi e con immagini in cui riaffiorano i ricordi, in un intrecciarsi di sogno e coscienza e in un continuo fluire tra presente e passato, ha voluto esprimere il fatto che l’esperienza del Sé riconosce nella sua essenza più profonda l’Io che la vive, il sentirsi dentro il fluire della vita: “ho preso il tuo nome/ per…

View original post 924 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.