Day: dicembre 22, 2019

Dentro uno stesso mistero

artlimited_img658737_m

Tu che ogni giorno folgori il dolore
con linguaggi mai ambigui
salvaci dal crescere dell’ombra
dal brusio amaro che corrode
dai bagliori dispersi sui pendii.
Come una seconda pelle
attaccata al corpo della terra
senza resistenza ci attraversi rovente
poi torni a fluirci come neve
che l’Etna attraversa verticale.
Eccomi. Sto qui sulla carta
dove non c’è arbitrio privo di memoria
nel punto d’ innesto al silenzio
tra le venature di vocali e suoni.
Nella profondità fino alla forma piena
il timbro di ogni voce si rivela
in cerchi larghi come una vita intera.
Ma qui nei dettagli di Natale
dentro uno stesso mistero
dentro quel fuoco sulla pagina voli.

© Maria Allo