maggio in fuga

Con il viale alle spalle tendo orecchio

all’oscillare delle cose come tralci

incisi su passi di gramigna.

Ma all’’improvviso il sole se ne va e il cielo

cupo avanza verso il nulla

così ogni goccia si rapprende

tra radure di foglie e frantumi di zolle

in questa giornata di maggio in fuga

nella foschia indifferente

per il giorno che verrà senza una ferita.

© Maria Allo 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.