La fine di un inverno


Tutte le cose che amo sono in me, radicate nel mio cuore, immerse nel mio sangue: e tutte, concordemente, potentemente, mi spingono verso qualcosa che non è dietro me, ma davanti a me. Vedo l’avvenire duro che brilla, e non rimpiango il passato molle, che è oscuro. 
Antonia Pozzi

Foto di Vera Cuppone
Oggi l' inverno replica come un demone feroce.
Cosparse di brine  le foglie 
ululano nel vento 
per una ferita senza tempo.
Il rumore dell'acqua a pezzi sulle ciglia 
come questa terra che denuda  suoni
coi graffi di nodi sull'area battuta
in un ruscello muto.
Così atavico l'inverno corre sulla lava  
con la sua porzione di libertà 
attraverso una fessura e questo amore

che trema nel coraggio di un glicine sommerso.
La fine di un inverno inizia qui. 
© Maria Allo

 

Annunci

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.