Giorno: giugno 19, 2017

siano goccia

1af9e90effc86beff68a958b8b412e09

photo di Suzan Armağan

Si vive mentre scivola la trasparenza insieme al vento
in questa barbarie come unico orizzonte.
E dunque fra un respiro e l’altro
cresce l’abitudine all’indifferenza.
Ci tocca vivere  sulla radice contorta di una quercia
e non si vede il mare ma in  una stretta rocciosa
ancora pulsa fino a  sfrangiarsi fuori dai recinti.

In ogni caso  il dolore come macchia
dal ventre si spande  nella lingua del vento.
Che non abbia a inaridire l’universo
nelle macerie ai bordi delle strade
e siano i miei versi goccia
che impara dal silenzio di farfalla.
Nessuno mai saprà
quale sia la meta di umana compassione
così vasta da non avere direzione…
© Maria Allo

Annunci