Sulle nostre bocche

5277661422_3f0cf893c9

photo di Rimel Neffati

Sulle nostre bocche fiorisce il deserto.
Ma c’è un confine in tutto
E il dentro compiuto
Senza didascalie o schieramenti di cui porta il nome
Non coniuga idee solo frammenti a mille
A volte un pampino ci può sfiorare
Nel mezzo della notte
Disseminare sulla battigia sassi levigati
Inseguire fantasmi di nereidi
Ma non sapremo mai quanto durerà.
Sulle nostre bocche fiorisce l’attesa.
Recide l’aria densa di aromi
Inchiodati alle narici su improvvisi fili di pioggia
Seme come prova di memoria salvifica
Ma c’è lo sgomento di essere vivi.
Sulle nostre bocche fiorisce la polvere.
A volte puntella l’ombra
E quando ormai non resterà più nulla
Si sciuperà la vita stessa su tutta la terra
E così che agisce la luce
Eppure in un punto convergente
Nulla accadrà mai invano

© Maria Allo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...