MarcinSacha_Creation30-305x175

Ci sorprende la luce in cui  vibra al nostro fianco

la morte.

Ci sorprende l’aria che  trattiene  nella morsa

brandelli di parole dietro il  suono di ogni voce.

In bilico nel vento  a folgorarci vivi  sulla terra

l’acqua ci riflette dentro il tempo

tra le distanze di uno sguardo che la luce

sul punto di andare ci somiglia.

Si sta così mentre si cola a picco .

E poi chiamano vita

questo esilio di nubi che il sole scalda

e nel fluttuare in cerchi si rapprende.

© Maria Allo

Annunci

2 comments

  1. … come se il pensiero, in bilico tra spirito e materia, diventasse, metti che potesse mutare, elemento architettonico per misurarsi con un sentimento. Convogliare la luce e sezionarlo. Del prima e del dopo resta il ricordo della meraviglia di quel sentirsi colare a picco, che nessuno nota. Tranne una compagna di viaggio. L’anima. Si direbbe che questa testimone sia difficile da interpretare. Come se il tempio non fosse il dio che lo abita.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...