buchi bianchi nella notte

artlimited_img477283_m (1)

S’impenna  la goccia

dietro la veglia spaesata dei piccioni

nel buio mutilato della notte.

Tieni sempre in mente :

è l’acqua a contenere il nostro peso

specchio che folgora   la luce

nel respiro.

Qualcuno bisbigliando si risveglia

ma la distanza beve dal reale

e la goccia del buio secolare

sfuma dietro dettagli e  accenti

sordi  ormai ai richiami.

Solo buchi bianchi nella notte.
© Maria Allo

Annunci

4 comments

  1. Penso alla goccia che buca la roccia, ma anche un’ottimista come la goccia può sbagliarsi. Penso anche che se fosse pessimista sarebbe sorda come quei piccioni. “Sebastiano, falli bere dalle tue mani”, diceva il nonno. Addomesticare la realtà è un’arte per gli ottimisti.

    Mi piace

  2. Bei versi, pieni di vita e riflessioni su di essa. Profondi e insinuanti, scorrono lasciandoti il desiderio di leggerli ancora; è il concetto della “distanza dal reale” il sentimento che hai portato in superficie nella mia mente con questa poesia. Quel sentimento adesso devo ancora definirlo e farlo mio. Che sei brava e sei una vera poetessa è banale dirlo. Ma lo penso e lo scrivo. Quando si scrive davvero spuntano poi i veri commenti come quello di Valeria.

    Mi piace

  3. “La distanza che beve dal reale” mi si è presentata sotto le sembianze di un piccione che, inizialmente sordo ai richiami perché privo di legami, si specchia nell’acqua contenuta nel palmo della mano dalla quale beve… In quello specchio d’acqua vi è il peso… Di un legame, anche logico dell’immagine che viene in superficie. Del potere di un intenzione. Della goccia che non sfuma…
    La scrittura nodale ha in effetti un evidente potere evocativo. Il contrario sarebbe quel “buio mutilato della notte” nel quale dettagli e accenti sfumano. Sono sfumate le immagini nelle quali specchiarsi, riconoscersi. Anche il mio Sebastiano è l’etimologia di un’epifania che imprime nella mente forme (“tieni a mente!”)
    Grazie, Rasi.
    E grazie a Maria per ospitarci.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...