Sul tracciato della vita

donna

I  passi  sempre più stanchi

con  occhi cavi di attese

dietro lo sciabordio  di nebbia

e il dolore  di limbo

dai dettagli roventi.

C’è verità dentro l’aria

che la pioggia sorprende

ma vuoto il cielo senza memoria

e la casa di fronte

alle prime luci dell’alba

rivela le ombre dei giorni.

Vedi come ogni attimo della vita

è sfuriata incessante di grandine

un salto nel buio delle vanità.

Alla fine si fissa il mare

cercando il nitore nell’oscurità.

© Maria Allo

Annunci

3 comments

  1. Come conciliare, se non sacrificando una parte di sé, il perdono con la memoria? L’alienazione che si spiega in quel naufragare: le mete “dis-attese” davanti agli occhi come i propri occhi nello specchio.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...