…sentire la poesia mentre io mi ritiro
Tomas Transtromer

artlimited_img534725_m

L’universo si fa largo un po’ alla volta

stria le gote del mattino con una falce viola

“mi toglie di mezzo”.

Resto a contemplare il buio

come cellula scomposta

andata a male.

Osserva

la casa  morta

di limoni gialli ancora odora

e grappoli viola

sul  glicine fiorito in ogni dove

aspettano

forse da sempre

 pensai

La luna riflette i crinali

sull’arenile bianco

e scavando  tra i rovi

ridisegna i volti amati

cose sparse e durevoli.

A schiera cigolano i ricordi

intrecciati al cancello

e nella profondità della terra

trasmuti il dolore

in rose borracine

© Maria Allo

Annunci

One comment

  1. … il profilo di una ballerina; chi è diventata adesso, si “toglie di mezzo” per lasciare fluire il ricordo di sè (quella casa che ancora esiste!) “intrecciato” ad una figura materna: attraverso di lei il dolore entra e si trasmuta in movimento, energia. Cigolano i versi sparsi, al ricordo di quella ballerina.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...