Monologo

artlimited_img492989

Il silenzio in pieno giorno

indomito insiste su questa pioggia

che l’oscurità del cielo rende luminosa.

Tu non chiedermi ragione di questo silenzio.

E’ pronuncia di oblio senza dolore

come il glicine che in un pomeriggio

d’autunno mettemmo a dimora

Tu non sai che i fiori del glicine da sempre

sono nemici delle foglie per un mistero

che il glicine non confessò mai?

Prima di fiorire attende che cadano le foglie

o rapidamente uccide i fiori prima delle gemme.

Tu non chiedermi ragione

di questo sguardo fluido sulle cose

lievito tenace nel silenzio

più del fragore del mare.

© Maria Allo

Annunci

2 comments

  1. Il silenzio può diventare verbo portato dal vento quando la prima gemma scuote. Chiedere la ragione del silenzio è ammettere che il cuore non abbia capito. La mente come la parola possono ingannare e spesso anche confondere, mai ciò che il cuore ha sentito dal profumo prima ancora che fiorisse il fiore. Un bacio,Mirka

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...