in questo mare

graphiste
fuori di sè
non ha voce nè tempo
ma come giunco nella bruma
è ombra di orma balbettante
invisibile ferita
dentro venature di carne
esplosione di oscurità
dolore senza canto
incisione di solitudini e silenzi.
l’uno è realtà dell’altro
frammento e memoria di sè
volontà blasfema che fa di noi
a fine di autunno lento
esseri senza compimento.
solo il dubbio viaggia
in questo mare per un respiro
m.a.

Annunci

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...