Francesca_Woodman-18F.Woodman

vento mutilato nel cuore della notte
come brusio di un addio
margini fievoli questi muri
superficie ferma che sopravvive
a scandagli di pelle arsa
a respiri su labbra di vespro
a mattini bisbigliati di distanza
cosí sotterranei e dilagati in stormo
*

mi perdo nel gelido raggio
in turbine lento di ossa
lembo di flutto acino di vivere
*
nel fondo di acque traspare
a partire da qui desto il mattino
non fa piú male
è disordine che convive fino a sera
con I miei inediti sparsi
non ha tempi di caduta solo nessi
*
sapessi che ordine ritrovo
quando a rompere un sogno
desto i tuoi fragori
vita

m.a.

Annunci

2 comments

  1. Dolcissima e sublime ispirante quanto ispiratrice,TU ,come m’hai detto,non potrai accedere al MIO blog (incredibile quanto assurdo per ogni umana capacità cognitiva),ma io invece posso farlo,grazie a Dio ciò che sempre mi resta è la fierezza portata a unica bandiera come unico stile di vita e ti dico.”I tuoi versi sono la fonte di una insoppremibile giovinezza!” Grazie, Un bacio,Mirka

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...