fr.3

non ha nome

nel baluginio di occhi colmi

di distanza

prima dell’alba

l’ombra non ha nome 

su raffiche di gelo

oltre il dicibile evoca

cenere di nudi germi

labirinti trafitte di parole

l’ombra si allunga

e in sè si compie

passi vergini sussulti

non parole

bruma di scirocco nella sera

l’ombra non potrà fare a meno

di mondrian

fluttua su lembi di voli inerti

non ha nome

attende il brusio dell’alba

in agonia

m.a.

 

 

Annunci

3 comments

  1. Non riesco a commentare. Volteggi molto in alto. In una apparente irrealtà e surrealismo che sono essi stessi realtà. Ma che ritengo sfuggano alla sensibilità dei molti. Ciao. Mimmo

    Mi piace

  2. Il poeta cerca sempre di comunicare il suo sogno perfetto.E ci prova.Lucidamente.Impietosamente.Senza romanticismo.Vestito solo dall’Esperienza lontana che ha sempre un qualcosa di NON immaginato.
    Un bacio,Mirka

    Mi piace

  3. Non è mai semplice interpretare il senso di una poesia. Così ci si ferma a scorrere nella sua prosa, cogliendone sensazioni e sentimenti personali.
    Un sorriso per una serena giornata.
    ^____^

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...