come il mare


non un alito di vento stamane
respira dentro il mio respiro
non una striatura per l’aria
che denudi prismi all’orizzonte
su palpebre levigate forse intatte
nel biancore

ma ti ho dentro
nucleo che incide la luce
in cima ai ghiacciai
verso il grande silenzio
scalpiti nel rigo di un fiore
germogli nel cerchio
di un petalo che muore
nel suono di ogni voce
verso lo stesso fiume
divampi alla svolta del pensiero
nel suo volo attraverso il mare
e sono il mare
che ti ha nel sapore del vento
dentro una conchiglia
m.a

Annunci

13 comments

  1. Devo solo decidere se è più esaltante l’immagine esterna, creata dalla foto del mare, o l’immagine interna, creata dalle voci che si affollano nel Tuo brano. Ho deciso. Sono per le “voci”. Ciao.Mimmo

    Mi piace

  2. Cara Maria
    Tispedisco questo messaggio (così come ho fatto con altri di wordpress) perché mi stanno arrivando gli avvisi dei tutti i tuoi commenti sulla mia posta…anche quelli che non mi riguardano.
    Ora cercherò di disattivare “Avvisami…” che è scritto sotto il riquadro commenti.
    Spero funzioni. Ho la posta intasata!
    Ciaooooooooooooooo

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...