in limine ti cerco

dentro la gomena che sfugge
al controllo della sera
ti cerco
nei rigori di un tempo che invade
le tempie a doppia lama
i sapori di labbra tra cardini di traversate
come nuvole nel loro esodo
ti cerco
nel grembo di paese in quel soffio
tempestato di suoni
*
dentro il cerchio zampilla
frescura sotterranea di gemma
ti cerco
su fiori di glicine
vibrano di nuovi sensi
nemici di foglie
tendono al mutamento per un gesto solo

una sete avanza nel respiro
sconfina su varchi per un sogno di nascita
*
in limine ti cerco per lungo spazio
in grazia di un anelito
mano che sfiora l’arcobaleno

anche per un momento
nel tuo esistere

m.a.

Annunci

10 comments

  1. Ciao Maria
    Ti ho trovata per caso “come un quadrifoglio nel campo”…e ho raccolto le tue parole per tenerle delicatamente in mano. Della profondità dei tuoi versi si fa tesoro.
    Spero possa darti il benvenuto anch’io nel mio salotto.
    Buon proseguimento domenicale
    mimosa49

    Mi piace

  2. “In limine ti cerco” una conclusione giusta per questa splendida poesia affrescata di raffinate parole, un lessico pregnante che armonizza bellissime atmosfere. Cercare la persona amata ovunque e sentirla presente anche in quegli spazi remoti e presenti. Bravissima Mary, ti auguro un buon inizio di settimana.
    un abbraccio
    annamaria

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...