Non è furia di vento

non è furia di vento
questo lambire spazi
attesa di ascolto
pertugio di acqua
spunto del divenire
o forse involontario banco di prova
valenza inedita
su refoli di risveglio
sigillo che implode
ai bordi in verticale

non è furia di vento
questa sospensione
dentro le parole
giorno sillabato mai cifrato
nuvola balsamo
su cielo tracciato
con anticipo bianco
che sconfina nel silenzio

non è furia di vento
innesto di liberazione
assillo di voce trattenuta
cruna di cento spazi
tarlo di respiro
fra un viaggio e l’altro
nel tuo cielo

non è furia di vento
ma esilio di  tempo
che mi attraversa su rivoli
e accadimenti dentro un fuoco

di-versi si può morire

m.a

Annunci

6 comments

    1. Oltre gli infiniti grumi della vita ,passato e presente troveranno forse la propria conciliazione ? Il poeta saprà trovare nel proprio io un quid che accomuna tutti? Grande Ebe, noi clandestini o viandanti ……. Come dice la Merini :
      “…. sei sceso nel limbo,
      dove aspiri l’assenzio
      di una sopravvivenza negata.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...