questo fluire…

questo fluire di sangue nel deserto
su frammenti di terra e cielo
questo fiume di nostalgia
celata nel corso del tempo
voce ancestrale su argilla
del divenire
tu non avere paura delle parole
-vedi –
raffiorano da acque
rimbalzano sulle pietre
forgiano foreste
pane da spezzare all’ingresso
punto di pietà nell’antico costato
radici infinite
gesto necessario di  vibrazioni
interstizi di voce
non avere paura delle parole
questa strada bianca
dentro il mondo
spargerà seme nel fruscio del vento

m.a

Annunci

10 comments

  1. Ma da dove provengono questi fremiti, questi sublimi riaffioramenti ai quali Tu dai la luminosità della consapevolezza. Sembrano quasi provenire da quel fiume inesauribile di nostalgie che si impadronisce di noi fin dalla nascita. E non ci abbandona più. Fanno sentire l’eco di un rimpianto di essere solo umani ma anche la stupefatta meraviglia di esserlo. Da dove evochi tutte queste voci, questi sussurri che al tempo stesso Ti catturano e Ti riscattano dalle meschinità delle “scorie” (quasi fossero il fuoco del nostro “amico”, che Tu ben conosci). Ho la sensazione che Tu esprima qualcosa che Ti appartiene profondamente ma che, al tempo stesso, Ti fa suo strumento. Ciao (forse ho volato troppo in alto…forse sto per cadere…forse, sempre forse. Ma forse…è meglio così. L’incertezza è la nostra unica certezza. – E forse – è anche la nostra…salvezza). MIMMO

    Mi piace

    1. Che meraviglia ,caro Mimmo , le tue considerazioni! A chi è affidato l’enigma /alla vita/all’amore/ ma si incespica /lo stralcio della ragione…La poesia non rifiuta il reale per il sogno, ma non accetterà mai il reale come antitesi al sogno: accogliendolo, lo costringerà a farsi sogno.Mah, rimane un enigma …Hai volato in alto decisamente! Io sono un nulla davanti all’infinito o forse qualcosa di mezzo tra il nulla e il tutto come dice Pascal.( Mimmo, hai visitato la mostra del Caravaggio? Io me la sono persa.Peccato!!!). Buona serata. Un bacio

      Mi piace

  2. Cara Mary,
    Ti posso fare una confessione? (che sicuramente Ti farà cadere, le cosidette braccia).No. La mostra del Caravaggio non l’ho visitata. Perchè…. Lui mi è cordialmente antipatico. (Ma non me ne vorrai per questo, immagino e spero).. Ciao con un abbraccio. Mimmo.

    Mi piace

  3. Quel fluire di fli di vita che sfidano l’immortalità consapevoli del finito che investe muscoli e ossa ma, immortali per questo tuo canto di fiume dove tutto scorre e,piangendo ride…Mia cara grande invincibile,Maria che al cuore mi porto e abbraccio.Mirka

    Mi piace

  4. All’eterno poeta, spetta di tradurre in parola i contenuti primordiali della nostra eredità.
    Il non aver paura della parola, ci porta nell’intreccio di sensazioni, di albe inattese e desiderate, di visioni che solo il battito del cuore, o meglio il pensiero del cuore può creare . Una vita senza il confronto col medesimo pensiero equivale a una vita sprecata.
    Parole, commenti e critica non hanno valore senza …il cuore.
    … a chi va da solo a solo con il dolore.
    Il viandante

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...