Tu sei

sei forse l’altra di me che non conosco
più vera più reale
più importante o -se vuoi – più profonda
sei la cima del pensiero che tocca i cieli
di tutti i mondi
sei forse l’altra di me che ho visto nei sogni
quella figura alta e bianca senza volto
sul viale deserto
sei il sentiero percepito dentro
e la visione che mi accompagna
con cieli in fiamma e grevi di nubi
intrico flessuoso di rami e di foglie
straniera in me ma forse sei me
scomparsa e superstite
ipazia o antigone
un mondo chiuso dentro

m.a

Annunci

9 comments

  1. Non l’ho letta in senso filiale, non ho visto la madre e la figlia e forse ho sbagliato. L’ho intesa come un cammino dentro i volti nascosti che ci accompagnano sempre e condiscono la nostra vita di quelle sorprese che ci fanno dire – non mi conosco, non lo avrei mai detto!
    Le ultime tre righe sono magnifiche.
    Auguri Maria e ad maiora.

    Mi piace

  2. Sì,Enzo. C’è nell’esistenza un percorso di nubifragi ,di guarigioni e infine di consapevolezze che disvelano una sorta di eterno ritorno e spezzano il cerchio della finitudine e della solitudine umana ..E come tu dici: una di “quelle sorprese che ci fanno dire – non mi conosco, non lo avrei mai detto!” Buon Anno 2012!

    Mi piace

  3. Grande Ebe,la nostra diversità è una possibilità di riscatto che non cancella tutte le esperienze fatte , anzi illumina le nostre visioni di insolito nitore e si sofferma sui frammenti a lungo rinviati “l’altra di me…”
    Un abbraccio

    Mi piace

  4. Infinitamente cara,
    si che c’è il riscatto nel fronteggiare con benevolenza ferma quella nostra “gemella” che tanto ci ha fatto tribolare e,che,forse ce la troveremo sempre davanti,sorniona,seduttiva,vendicatrice quanto implacabile nemesi per il nostro volerla tenere a bada pur nella consapevolezza che,se è stata vita “dietro” la coscienza,sarà proprio attraverso lei che questa emergerà, implacabile guerriero di luce” e di “spada” presente” sempre sul campo.
    FELICE ANNO NUOVO,Amica che, ho imparato ad amare dal suo dolore via via trasformato in conquista di gioia.Ebe

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...