Come fosse morire

ancora non si è fatto gesto

si dibatte

come pietra torrida

di agosto

in giorni spietati

ancora non gocciola stupore

si innerva

su sabbia scintillante

momento di ascesa

vertebra azzurra

nel creato

ancora prende le distanze

tu sai quanti spigoli vette

abissi sconsolati

svuotino iridi velate

per riaprirli in te

radice

di tutti i respiri

genesi verticale

sintesi di memorie

frammenti aururali

di grazia conclusa

ancora non si è fatto giorno

esplode ad ogni inverno

come azzurro incessante

un fragore di nòstos emerso

da un tempo perduto

amare è come fosse morire

m.a

Annunci

4 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...