Coniunctio oppositorum

Tu ci sei e mi sfiori
con colori trasparenti
che schiudono
il sogno prigioniero
su passi decisi
di firmamento e calibrato
di prodigi rivelati
Il brillio dei tuoi sguardi
investe le mie tempie
che rincorrono gli enigmi
della tua epifania impazzita
e lacerano la vita che in te
vive anche per l’altra di me
Ne assopisco il respiro
e oscuramente persa
inseguo le tue ondulazioni
ma nel cercare nuovi colori
sprofondo talvolta
nel respiro di un’ ombra
che mi possiede
folle folle di te

M.Allo

La nascita del Sé corrisponde alla scoperta di quel punto centrale che riesce ad equilibrare gli opposti psichici; si pone come entità autonoma rispetto all’Io ed offre a quest’ultimo una visione del mondo meno limitata, amplificando la coscienza in direzione della sua universalità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...